ASSICURAZIONE AUTO CHILOMETRICA

I tipi di assicurazione per la tua auto

sono tante, polizze differenti che si distinguono in base al tempo o alla modalità d’uso dell’auto. Assicurazioni differenti per soddisfare le esigenze, sempre diverse e maggiori, delle persone che hanno l’unico obiettivo di rispettare la legge cercando di risparmiare il più possibile. Per raggiungere questo obiettivo, quindi, è indispensabile conoscere le proprie esigenze, non sempre tutti hanno le idee chiaro su questo, sembra un paradosso. Quale uso facciamo dell’auto, quali sono le polizze che è bene attivare? Assicurazione auto furto e incendio, piuttosto che la soluzione kasko, che tutela nel caso di danno non causati da altri? Tutte soluzioni che potrebbero essere utili e che, allo stesso tempo, incidono, a volte sostanzialmente, sul prezzo dell’assicurazione. Un’alternativa a tutto questo sono soluzioni che raramente vengono prese in considerazione, parliamo, ad esempio, dell’assicurazione auto a chilometraggio (Km). In questo caso il costo dell’assicurazione viene calcolato in base ai km che vengono percorsi. Tutte le agenzie, di solito, conteggiano il premio alla fine dell’anno, si anticipa una percentuale, che sarà fissa, mentre la differenza viene conteggiata a consumo. Attraverso un dispositivo, che spesso le stesse agenzie forniscono, è possibile conoscere il consumo medio dei km e quindi calcolarne, volendo, il costo in un dato momento.

ASSICURAZIONE AUTO A KM

L’assicurazione auto a chilometro (Km) è una vera e interessante alternativa alla classica polizza che si distingue per il costo fisso annuale o semestrale, a seconda del contratto, senza possibilità di risparmiare,

nel caso in cui l’uso dell’auto sia ridotto durante l’anno. In questo modo, soprattutto per chi non è un neopatentato ed è consapevole dei km che percorre annualmente, la polizza a km potrebbe essere un’assicurazione molto vantaggiosa. A seconda dell’area territoriale, anche nei mesi autunnali o invernali è comune il caso di girare per la città con un motociclo, ad esempio per evitare il traffico giornaliero. In questi casi potrebbe essere possibile e conveniente stipulare un contratto assicurativo a km per l’auto così da pagare solo i pochi chilometri che si percorrono e non avere un costo fisso, a volte per niente basso, ogni anno per l’assicurazione dell’auto. In questa maniera si potrebbe mantenere la convenienza di girare con la moto e allo stesso tempo, al bisogno, si potrebbe disporre dell’auto, senza avere il limite dei costi assicurativi.